Sabato 4 aprile 2020
Mismaonda - Carcano Centro d'arte contemporanea
Lella Costa

ispirato a "Il Catalogo Delle Donne Valorose" di Serena Dandini
progetto drammaturgico di Serena Sinigaglia
scrittura scenica di Lella Costa e Gabriele Scotti
scene di Maria Spazzi
regia di SERENA SINIGAGLIA


Sabato 4 aprile 2020
Mismaonda - Carcano Centro d'arte contemporanea
Lella Costa

ispirato a "Il Catalogo Delle Donne Valorose" di Serena Dandini
progetto drammaturgico di Serena Sinigaglia
scrittura scenica di Lella Costa e Gabriele Scotti
scene di Maria Spazzi
regia di SERENA SINIGAGLIA

Maiy Anderson ha invento il tergicristallo. Lillian Gilbreth la pattumiera a pedale. Maria Telkes e l'architetto Eleonor Raymond i pannelli solari. Entrano in gruppo, scambiandosi idee geniali per migliorare il vivere quotidiano. Ci sono Marie Curie, nobel per la fisica, e Olympe De Gouge che scrisse la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina. Ci sono Tina Anselmi, primo ministro della Repubblica italiana, e Tina Modotti, la fotografa guerrigliera. Entrano una dopo l'altra, chiamate a gran voce con una citazione, un accento, una smorfia, un lazzo, una canzone, una strofa, un ricordo, una poesia, un gemito, una risata. Entrano nel gran salone da ballo ciarlando e muovendo le vesti. Si aggirano come fossero, finalmente, felici tutte, per dirla con Elsa Morante che è lì con loro.E ballano. Tante eppure non ancora tutte le valorose nella voce e nei gesti di Lella Costa che come un gran cerimoniere le invita ad entrare e balla con loro. Perché, come disse magistralmente e per sempre una di loro, Emma Goldman, se non posso ballare questa non è la mia rivoluzione.